Friday Inspirations – #037

Friday Inspirations – #037

“Friday Inspirations” è la raccolta settimanale delle “immagini” e dei gadget più suggestivi, simpatici e stimolanti scovate in giro per il web da noi e dai nostri lettori. Se vuoi segnalarci i tuoi lavori, quelli di qualcuno che conosci o più semplicemente qualcosa di interessante che hai trovato in giro per il web puoi scriverci a [email protected] Tutte le segnalazioni dovranno avere come oggetto: “Friday Inspiration” (altrimenti rischiamo di perderle) e devono contenere, oltre le immagini o i link anche il nome ed il sito dell’artista. Le segnalazioni che non rispetteranno le indicazioni richieste verranno scartate.

“2 Pac” di Tisha Cherry

 

“Buzz moi, i’m Famous !” di Pez Artwork

 

“TIGER” Di ALI GULEC

 

“Another step to CRACK! GENESI…” di Bambi Kramer

 

“YO!” di Andy Green Art

 

“ANIMAL HOUSE” di Erre Push

 

“SINK OR SWIM” di Sophie Ebrard

 

“Anatomy of M” di Salvatore Zanfrisco

 

Star Wars – I am Your Father – (Multi-Langage) 20 Langues

“iWatch DIY” via Think Bigchief

Mercoledì Film – 7 PSICOPATICI di Martin McDonagh

“Mercoledì Film” è la rubrica settimanale delle “pellicole” che sia in bene che in male, ci hanno emozionato. Insomma, “qui” scriveremo (senza nessuna pretesa) di film visti, rivisti, da consigliare e da sconsigliare. Buona Lettura!

7 Psicopatici

Durata: 120
Regia: Martin McDonagh
Fotografia: Ben Davis

Vi darò 7 ragioni per andare a vedere questo film! la prima è sicuramente il cast Woody Harrelson, Colin Farrel, Sam Rockwell, Christopher Walken e Tom Waits, poi la storia, l’umorismo amaro, il montaggio coinvolgente, i dialoghi ben costruiti, un ottima regia quella di Martin McDonagh e anche il titolo è bello!!.

Il film racconta di uno sceneggiatore ( Colin Farrel) che sta cercando di scrivere la sceneggiatura di un film intitolata proprio i “7 psicopatici”. Il suo amico (Sam Rockwell) rapitore di cani, lo aiuta a trovare questi 7 personaggi. Il film scorre che è un piacere, può sicuramente ricordare altri film come ambientazione… c’è il mafioso ( Woody Herrelson) e ci sono parecchi morti, d’altronde con un titolo del genere… ma forse la vera forza di questa pellicola è proprio quella di prendere in giro quel “tipo” di film e lo fa con la miglior arma, l’ironia del cinema.

≡≡≡≡≡≡≡≡≡
Voto:      7
≡≡≡≡≡≡≡≡≡

CARTASTRACCIA – LA CASA DEGLI SPIRITI di Isabel Allende

CARTASTRACCIA

Letture disordinate, consigli e bla bla bla.

“LA CASA DEGLI SPIRITI”

1982. Primo romanzo della scrittrice cilena, saga familiare al femminile che racconta delle tre generazioni di donne della famiglia Trueba.
Esteban, fidanzato della bella Rosa dai capelli verdi, tragicamente morta per errore, sposa sua sorella, la giovane e strana Clara, rimasta muta dal giorno della morte di Rosa.
Sullo scenario politico incerto e turbolento del Cile, con lo sfondo del golpe militare spicca in primo piano il rapporto tra Clara ed Esteban e la storia di Blanca, loro figlia, legata sentimentalmente al rivoluzionario Pedro.
Esteban, conservatore di destra, compie un cammino di consapevolezza e cambiamento che lo porterà ad un’introspezione profonda, aiutato dall’enorme volontà di sua moglie, fino alla completa coscienza del reale e cioè che la vera pienezza della sua vita non viene dai successi ottenuti, né dal potere, né dal denaro, bensì dall’amore della sua sposa, di sua figlia e di sua nipote.
Riconciliato con il passato accoglierà la nascita di sua nipote Alba, aiutando Blanca e Pedro a scappare in Canada.
Romanzo poetico e struggente, con il punto di forza delle fantastiche descrizioni tipiche della Allende, che ci ammalia e ci convince anche che la chiaroveggenza di Clara non sia nulla di strano né qualcosa di cui si debba in qualche modo dubitare.
“Così come quando si viene al mondo, morendo abbiamo paura dell’ignoto. Ma la paura è qualcosa d’interiore che non ha nulla a che vedere con la realtà. Morire è come nascere: solo un cambiamento.” 

Friday Inspirations – #036

Friday Inspirations – #036

“Friday Inspirations” è la raccolta settimanale delle “immagini” e dei gadget più suggestivi, simpatici e stimolanti scovate in giro per il web da noi e dai nostri lettori. Se vuoi segnalarci i tuoi lavori, quelli di qualcuno che conosci o più semplicemente qualcosa di interessante che hai trovato in giro per il web puoi scriverci a [email protected] Tutte le segnalazioni dovranno avere come oggetto: “Friday Inspiration” (altrimenti rischiamo di perderle) e devono contenere, oltre le immagini o i link anche il nome ed il sito dell’artista. Le segnalazioni che non rispetteranno le indicazioni richieste verranno scartate.

“Ocean Waves” di Seth de Roulet

 

“Disney Snow White Princess Evil Print” di DANGR LAB

 

“GRRRR” via Blazepress

 

“Panie władzo, no bądź pan człowiekiem!” di Marcin Wolski

 

“Alf” di Jennifer Beatty

 

“3D Optical illusion Sand Drawings Made Beach” di 3DSD

 

“Astro Boy” di Yves-José Malgorn

 

“DJ Octopus” di Tony Bamber

 

“Geometric Tiger Mask” di Phuwadon Thongnoum

 

“Drawing inspiration from the dwarves in the fantasy epic, The Hobbit” di Jorge PepeLife

Mercoledì Film – ARGO di Ben Affleck

“Mercoledì Film” è la rubrica settimanale delle “pellicole” che sia in bene che in male, ci hanno emozionato. Insomma, “qui” scriveremo (senza nessuna pretesa) di film visti, rivisti, da consigliare e da sconsigliare. Buona Lettura!

Argo

Durata: 120
Regia: Ben Affleck
Fotografia: Rodrigo Prieto

E bravo Ben, ti sei dimostrato ancora una volta più che un bravo attore belloccio, hai dimostrato di avere talento anche come regista, hai preso una storia realmente accaduta e ne hai fatto un Miglior Film, forse un tantino esagerato, ma cmq una pellicola d’autore. La storia si svolge durante la Rivoluzione Iraniana del 1979, tratta dal romanzo di Tony Mendez, protagonista della storia, interpretato da Ben Affleck, parla del piano per liberare i 6 ostaggi fuggiti dall’abasciata Americana in Iran, presa d’assalto dai manifestanti Iraniani, i 6 quindi si nascondono nell’abasciata Canadese all’insaputa dei ribelli Iraniani.
Tony Mendez (Ben Affleck) escogita un piano bizzarro, cercherà di far uscire i 6 facendoli passare per la troupe di un film di Fantascienza, genere che all’epoca era in piena esplosione grazie a Star Wars. La vicenda è realmente accaduta ed il film ricostruisce perfettamente in ogni minimo particolare la stato d’animo degli ostaggi, la tensione e le loro paure. Il film ci tiene incollati allo schermo, vogliamo sapere se il piano messo su da Ben (Tony Mendez) andrà a buon fine e se anche sappiamo come andrà a finire, ci leghiamo comunque al destino dei protagonisti. Ma la cosa che mi ha colpito di più è la la bella scelta di passare dai video originali al film, rendendo tutto ancora più reale. Da notare l’ottimo cast da John Goodman a Alan Arkin, in poche parole un bel film lo consiglio.

 

 ≡≡≡≡≡≡≡≡≡
Voto: 7,5
≡≡≡≡≡≡≡≡≡